In rete sulla rete contro il bullismo: risultati dell’indagine rivolta a genitori ed insegnanti

cyberbullismo

In rete sulla rete contro il bullismo: risultati dell’indagine rivolta a genitori ed insegnanti

Nel mese di marzo 2017 è stato realizzato dal Centro Territoriale di Supporto di Fano – I.C. Gandiglio un progetto di prevenzione contro il bullismo e cyberbullismo dal titolo “In rete sulla rete contro il bullismo” che mi ha visto coinvolta in qualità di relatrice. Durante gli incontri di formazione sugli aspetti giuridici, criminologici e sociali del fenomeno del bullismo/cyberbullismo, che sono stati ripetuti in sette sedi della Provincia di Pesaro-Urbino ed indirizzati agli adulti (genitori ed insegnanti di scuole di ogni ordine e grado), ho somministrato due diversi questionari: il primo era rivolto ai genitori e tendeva ad indagare l’utilizzo delle nuove tecnologie e dei social network da parte dei loro figli oltre alla presenza di bullismo nelle scuole, mentre il secondo era indirizzato agli insegnanti ed era volto a capire il tipo di prepotenze più diffuse fra gli alunni, quali fossero gli studenti più a rischio di vittimizzazione e che cosa venisse fatto nei loro istituti per scongiurare gli atti di bullismo e violenza. La sperimentazione ha coinvolto in totale 400 persone (270 genitori e 130 insegnanti).

Per quanto riguarda la descrittiva del campione abbiamo:

Sesso: genitori (73,7% femmine e 26,3% maschi), docenti (90% femmine e 10% maschi);
Età: genitori (da 20 a 30 anni: 0,4%; da 31 a 40 anni: 23%; da 41 a 50 anni: 63,7%; da 51 a 60 anni: 12,2%; da 61 anni in su: 0,7%), docenti (da 20 a 30 anni: 0,7%; da 31 a 40 anni: 13,1%; da 41 a 50 anni: 38,5%; da 51 a 60 anni: 40%; da 61 anni in su: 7,7%).
In allegato troverete i risultati dei due questionari riferiti ai genitori ed agli insegnanti con i relativi grafici e percentuali di rilevanza. Buona lettura!

CTS questionario genitori

Interviste genitori 2017 CTS

CTS questionario docenti

Interviste docenti 2017 CTS

 

Avv. Eleonora Nocito

Chi Sono - Avv. Eleonora Nocito

Sono molto sensibile al tema della violenza sulle donne ed ai recenti sviluppi del bullismo nel mondo digitale. Essere avvocato oggi significa confrontarsi con un mondo che cambia quotidianamente.